Crea sito

Back To Top

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5
L'abbazia di Montecassino/ The Abbey of Montecassino
La Cripta di Anagni/ the Crypt of Anagni
Il chiostro dell'abbazia cistercense di Casamari/ the cloister of the Cistercian Abbey of Casamari
Gaeta ed il suo mare/ Gaeta and the coast
Il giardino della Certosa di Trisulti/The garden of the Carthusian Monastery of Trisulti

Dott.ssa Anna Maria Priora

djGuida Turistica Abilitata per le Province di Frosinone e Latina. ....................................... Licensed Tourist Guide for Montecassino and its surroundings. ....................................... Cell/mobile+39.328.1965002 www.facebook.com/anna.priora annamaria.priora@gmail.com

cell/mobile +39 328 1965002

mail: annamaria.priora@gmail.com

Get Adobe Flash player

SP Simple Youtube

Contatta le Guide!!!

Inviate un elenco delle località che volete visitare, indicate anche il numero di giorni a vostra disposizione. Esigenze particolari (es gruppo di persone anziane, bambini ecc). Indicate anche il vostro NOME e numero di TELEFONO. Tutti questi dati verranno utilizzati al solo scopo di potervi ricontattare secondo le leggi sulla privacy. Scrivete il VOSTRO indirizzo Email nel formato xxxxx@yyyyy.xy
Email:
Descrizione dell'itinerario, giorni a disposizione, esigenze ecc (obbligatoria):

Inviami una copia per email
Una volta scritto il vostro indirizzo EMAIL e la descrizione dell'itinerario, cliccate su SUBMIT per inviarlo. Le Guide Turistiche la ricontatteranno nel più breve tempo possibile!

Facebook FanBox

General Clark had little faith in the French army. The main assault on the Gustav Line should be by British X Corps across the Garigliano River and by US II Corps across the Rapido River near Cassino. General Clark asked the French Expedition Corps to plan an attack on the mountain east of Monte Cassino, called Colle Belvedere. It wasn't an easy task. Colle Belvedere was 800 feet high and was fortified with bunkers and mines, and defended by units of the German 44th and 71st Infantry Divisions.  The Rapido river should have to be crossed merely to reach the position. Yet General Juin knew he could not refuse Clark's request if the Allies were to take the FEC seriously. It was, juint noted, one of the least accessible parts of the Gustav Line, backed by the enourmous peak of Monte Cairo. the initian advance would involve crossing the Secco River and the Rapido River, then braking through the defences in the valley, before climbing more than 800 metres over bare rock, under direct observation by German Artillery spotters on Monte Cifalco. having the FEC on Colle Belvedere was essencial to the safety of the American Red Bulls Juin's Tunesians from the 3rd Algerian Division was chosen to lead tha attack. On 25 January Commandalt Gandoet was ready. The aim was to capture Hill 470, then push on along the north side of Belvedere. A ravin had been chosen and was called ravin Gandoet because it seemed to affer cover from artillery fire and the possibility of surprising the defenders on the objective. It was a bloody battle. On 31 st January not only Colle Belvedere but also Colle Abate was captured. The two French Divisions were now amongst the defences of the Gustav Line and Juin felt that the introduction of one more division into the battle would allow them to break through. Clark was not convicted, however, and he was loath to transfer any American unit to the French sector. Juin wrote on his diary: 'we saw them coming back, haggard, unshaven, their uniform in rags and soaked with mud, the glorious survivors of the regiment'. They were glorious but few. Of the assaulting companies only 30 per cent had returned unscathed. 

Il Generale Clark aveva poca fiducia nell'Armata Francese. L'assalto principale alla Linea Gustav doveva essere realizzato dagli Inglesi del X Corpo sul Fiume Garigliano e dagli Americani del II Corpo sul fiume Rapido a Cassino. Il Generale Clark chiese quindi al Corpo di Spedizione Francese (CSF) di organizzare un attacco ad est di Monte Cassino, su di un monte chiamato Belvedere. Ma non era un compito facile poiche il Belvedere e' alto 800 metri, era protetto da buncker e mine ed era protetto da soldati tedeschi della 44esima e 71esima fanteria. Inoltre il fiume rapido doveva essere per forza attraversato per raggiungere le posizioni. Il Genarale juin sapeva che non poteva rifiutare la richiesta di Clark se voleva che la sua armata fosse presa sul serio. Era, come noto' Juin, il luogo meno accessibile dell-intera Linea Gustav, sovrastato dall'enorme altura di Monte Cairo. La manovra di avvicinamento iniziale comprendeva l'attraversamento dei 2 fiumi Secco e Rapido, poi la conquista delle linee nemiche sul posto. la salita di 800 metri tra rocce incredibili e tutto sotto l'osservazione diretta dei Tedeschi sul Monte Cifalco. Ma Avere il Corpo di Spedizione Francese in quel luogo era di vitale importanza per gli Americani della Red Bull. Furono scelti i Tunisini della 3a Divisione Algerina per l'attacco. Il 25 Gennaio il Generale Godoet era pronto. Bisognava conquistare la Collina 470, e poi procedere verso il Belvedere. Una gola fu scelta e da quel momento chiamata Gola Gamdoet perche' sembrava offrire un po di copertura al fuoco di artiglieria e la possibilita' di sorprendere il nemico. Fu una battaglia sanguinosa. Il 31 Gennaio non solo il Colle Belvedere ma anche Colle Abate erano in mani francesi. Le due divisioni Francesi eranoora praticamente tra le linee difensive tedesche e Juin capi' che l'invio di un'altra divisione in battaglia gli avrebbe permesso di sbaragliare le difese tedesche. Clark non ne era convinto, e non volle trasferire nessuna unita' americananel settore tedesco. Juin scrisse sul suo diario:' Li vedemmo tornare indietro, ermaciati, stanchi,con le uniformi a brandelli, pieni di fango, erano i glorisi sopravvissuti del regimento." Coperti di gloria ma pochi. Delle compagnie inviate all'assalto solo il 30 per cento torno indietro.

French Cattolic Cemetery af Venafro/Cimitero Cattolico francese di Venafro

French Muslin Cemetery at Venafro/ Cimitero Musulmano francese di Venafro

prova

prova

prova