Crea sito

Back To Top

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5
L'abbazia di Montecassino/ The Abbey of Montecassino
La Cripta di Anagni/ the Crypt of Anagni
Il chiostro dell'abbazia cistercense di Casamari/ the cloister of the Cistercian Abbey of Casamari
Gaeta ed il suo mare/ Gaeta and the coast
Il giardino della Certosa di Trisulti/The garden of the Carthusian Monastery of Trisulti

Dott.ssa Anna Maria Priora

djGuida Turistica Abilitata per le Province di Frosinone e Latina. ....................................... Licensed Tourist Guide for Montecassino and its surroundings. ....................................... Cell/mobile+39.328.1965002 www.facebook.com/anna.priora annamaria.priora@gmail.com

cell/mobile +39 328 1965002

mail: annamaria.priora@gmail.com

Get Adobe Flash player

SP Simple Youtube

Contatta le Guide!!!

Inviate un elenco delle località che volete visitare, indicate anche il numero di giorni a vostra disposizione. Esigenze particolari (es gruppo di persone anziane, bambini ecc). Indicate anche il vostro NOME e numero di TELEFONO. Tutti questi dati verranno utilizzati al solo scopo di potervi ricontattare secondo le leggi sulla privacy. Scrivete il VOSTRO indirizzo Email nel formato xxxxx@yyyyy.xy
Email:
Descrizione dell'itinerario, giorni a disposizione, esigenze ecc (obbligatoria):

Inviami una copia per email
Una volta scritto il vostro indirizzo EMAIL e la descrizione dell'itinerario, cliccate su SUBMIT per inviarlo. Le Guide Turistiche la ricontatteranno nel più breve tempo possibile!

Facebook FanBox

Quando la guida turistica descrive sul traghetto al suo gruppo Ventotene, non sa mai esattamente che cosa i signori si aspettano da questa visita. Spesso i gruppi desiderano vedete il mare, mangiare buon pesce, ma soprattutto girare per i negozi in cerca di tanti souvenirs. Se pensate di visitare un'isola per questo ultimo fine.... Non venire a Ventotene! Circa 600 abitanti, quasi tutti residenti al porto, 3 o 4 negozi di souvenirs, alcuni ristoranti, un museo archeologico, una cisterna romana ed i rudere della villa di Giulia. Ventotene è selvaggia, naturale, mediterranea all'ennesima potenza. Acqua color smeraldo, scogli lavorati dal vento, porto romano ancora in funzione è soprattutto l'isola di Santo Stefano che ti segue in tutte le varie passeggiate. Ultimamente non é possibile visitare l'isola di Santo Stefano per i restauri che stanno interessando il carcere, ma di sicuro già da lontano si ha l'idea della sua bellezza e della sua lontananza fisica. Il piccolo museo di Ventotene conta 5 stanze ed un cortile, dove sono rappresentato tutti i vari aspetti storici dell'isola, dai ritrovamento sottomarini, ai resti romani di Punta Eolo, ai plastici della villa di Giulia, fino alle foto del Carcere di Santo Stefano... Non ci si annoia.... 2000 anni di storia lasciano le sue tracce. Regalati una visita guidata con una guida turistica. Tornerai a casa, abbronzato e stupito di cotanta bellezza!

 

A volte si pensa che certe mete come l'isola di Ventotene, possono essere visitate senza servirsi di una guida turistica, perchè "intanto è solo un'isola! Cosa vuoi che ci possa essere da spiegare su un'isola così piccola?". Invece proprio si Ventotene Un visita guidata è l'unica cosa che serve davvero. Innanzi tutto già arrivando con la nave, sulla sinistra mentre ci si avvicina si vede una piccola isola a forma di collina con sulla sommità una grande costruzione comparsa di finestre. Si tratta dell'isola di Santo Stefano, sede per lungo tempo di un famoso carcere ed ora abbandonata a se stessa ma ancora molto affascinante, mentre sulla destra si apre Punta Eolo, uno dei luoghi più suggestivo dell'isola scelto in epoca Augustea per costruire una enorme villa romana. Giunti al porto iniziano le meraviglie. Alla vostra destra Cala Rossano, punto di approvo in epoca romana per la villa sovrastrutture ed ora piccola spiaggia in astronauta tra le pareti di tufo, mentre davanti a voi si apre lo splendido porto romano, usato ancora oggi. Poco più avanti il faro moderno, su una antica colata lavica copre parzialmente una peschiera romana, ed alzando gli occhi verso il cielo, le rovine della villa romana proprietaria della peschiera sono ancora visibili. Appena dietro l'angolo cala nave, con i suoi scogli lavorato dal venti, le sue rovine romane, e da lontano ad osservare tutto il sempre presente carcere di Santo Stefano. Non voglio dirvi altro, non posso rovinarmi la sorpresa, ma se Giulia figlia di Augusto fu mandata in questo luogo in esilio.... e perché il luogo era degno di una figlia dell'imperatore. Quindi non abbiate remore, chiamate la guida turistica e fatevi guidare in giro per l'isola....

 

L’isola si sviluppa come un serpente, abbastanza pianeggiante e con splendide spiaggette. Si scende alporto romano per dirigensi poi verso la peschiera romana sovrastata dal faro. Sono tappe fondamentali della visita il piccolo museo romano ed i resti di Villa Giulia.